“Sguardi a Oriente” è l’evento del Naxoslegge a Taormina

La settima edizione del Naxoslegge, il Festival letterario ideato e diretto da Fulvia Toscano, si arricchisce quest’anno di una nuova sezione dedicata al rapporto con la cultura orientale, dal titolo “Sguardi a Oriente”. L’evento, in programma il 9 e il 10 settembre, è dedicato in particolare al Giappone, in occasione dei 150 dell’amicizia tra l’Italia e questo […]

La settima edizione del Naxoslegge, il Festival letterario ideato e diretto da Fulvia Toscano, si arricchisce quest’anno di una nuova sezione dedicata al rapporto con la cultura orientale, dal titolo “Sguardi a Oriente”.

L’evento, in programma il 9 e il 10 settembre, è dedicato in particolare al Giappone, in occasione dei 150 dell’amicizia tra l’Italia e questo Paese, ed è ideato e coordinato da Tamako Chemi con il supporto del Comune di Taormina e di alcuni sponsor privati. Si tratta di due giorni che offriranno numerosi spunti di riflessione e approfondimento grazie agli ospiti protagonisti dei diversi incontri in programma.

La due giorni si inaugura sabato 9 alle ore 16.00 nella sala consiliare del Comune di Taormina con i saluti istituzionali del sindaco Eligio Giardina e del presidente del Consiglio Comunale Antonio D’Aveni. Alle 17,30, presso L’Excelsior Palace Hotel sarà presentanto il libro dal titolo “La via del sol Levante” di Mario Vattani (Idrovolante Edizioni), a dialogare con l’autore ci saranno Tamako Chemi e Alberto Samonà. Alle ore 20.00, dopo i saluti di Ninni Panzera, Mujah Maraini, intervistata da Maria Lombardo, proporrà il suo film “Haiku On a Plum Tree”, dedicato alla storia e all’esperienza di Fosco Maraini e della sua famiglia in Giappone.

Giorno 10 l’appuntamento è 17.30 presso l’Archivio Storico di Taormina per la presentazione del libro di Daniela Brignone, storica dell’arte che in questo suo ultimo lavoro ha indagato il singolare rapporto tra il Giapponismo e il Liberty palermitano, soffermandosi in particolare sulla figura di Tama Ragusa, artista giapponese vissuta a Palermo, la cui arte ha dato un importante contributo alle tendenze estetiche della Palermo di fine Ottocento (Liberty e Giapponismo. Arte a Palermo tra ‘800 e ‘900” – Silvana Editrice).

“Sguardi a Oriente” si concluderà alle 19.00 con l’ultimo incontro dal titolo “Mishima e la visione del vuoto”,  un intervento di Fulvia Toscano dedicato a Marguerite Yourcenar, interprete di Yukio Mishima, nel trentennale della sua morte.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *