Perchè visitare la Sicilia anche d’inverno

L’inverno è arrivato anche in Sicilia ma la nostra isola grazie alle sue temperature miti e ai tanti luoghi suggestivi che ha da offrire resta una meta turistica da scegliere anche nella stagione fredda. Città d’arte, natura e buon cibo sono solo alcuni dei motivi che possono stuzzicare l’idea di organizzare una straordinaria vacanza in […]

L’inverno è arrivato anche in Sicilia ma la nostra isola grazie alle sue temperature miti e ai tanti luoghi suggestivi che ha da offrire resta una meta turistica da scegliere anche nella stagione fredda.

Città d’arte, natura e buon cibo sono solo alcuni dei motivi che possono stuzzicare l’idea di organizzare una straordinaria vacanza in Sicilia in un periodo in cui si potrà godere a pieno di tutte le sue bellezze in assoluta tranquillità.

un tour tra le più belle città d’arte siciliane

Un tour delle città più belle dell’isola vi permetterà di scoprire lo straordinario patrimonio artistico, culturale e architettonico della Sicilia che affonda le proprie radici in una storia millenaria spesso intrecciata con la leggenda.

Iniziamo dalla nostra bella Taormina, un luogo di cui è facile innamorarsi anche d’inverno, con il suo splendido Teatro Antico, la rigogliosa Villa Comunale, la vista sull’Etna e la costa dalla piazza centrale, il Corso principale e la splendida Isola Bella. Non distante da Taormina, un altro gioiellino da visitare è l’antico borgo di Castelmola.

Spostandosi più a sud si incontrano Catania, la città dell’elefantino, che oltre alle bellezze che si possono ammirare girando per le sue strade, nasconde sotto il suolo lavico una sorprendente città cinquecentesca, e Siracusa con il suo centro storico che sorge sull’isoletta di Ortigia, la Fonte Aretusa e il parco archeologico della Neapolis.

Poi ancora Ragusa, Noto e Modica città che vi affascineranno per la presenza del barocco siciliano. Caltagirone, famosa in tutto il mondo per la lavorazione della ceramica, Agrigento con la sua Valle dei templi e Piazza Armerina dove si trova la Villa Romana del Casale con all’interno splendidi mosaici.

Sul versante occidentale dell’isola invece è possibile visitare Trapani e le sue famose saline, senza dimenticarsi di Erice, delle sue viuzze incantate all’interno delle possenti mura e del panorama mozzafiato a 750 m slm con vista fino alle Egadi.

Proseguiamo ancora fino a Palermo, tra mercati storici, chiese barocche e palazzi liberty. Una città dal volto sfaccettato dove emergono influssi greci, romani, arabi, svevi, normanni, ma anche francesi e spagnoli.

E infine Cefalù, un borgo marinaro bello da sembrare dipinto, protetto da un promontorio roccioso e cullato dalle acque del mare che lasciano intravedere le Isole Eolie.

natura, sport e divertimento

Certo, in questo periodo dell’anno la bellezza delle spiagge siciliane può essere solo ammirata con rilassanti passeggiate in riva al mare (anche se certe giornate invernali sfiorano i 20° e l’azzurro cristallino invoglia i più temerari a tuffarsi nelle sue splendide acque!), ma non dimentichiamo che la Sicilia è dominata dall’imponente vulcano Etna che soprattutto d’inverno offre ai turisti tantissime attività per rendere la propria vacanza indimenticabile.

Per gli appassionati di sport invernali è possibile praticare sci e snowboard godendo di una vista incredibile e mozzafiato perché dalle piste innevate si può ammirare il mare. Questa, però, non è l’unica stravaganza del nostro vulcano perché in Sicilia si scia anche sulla “neve” nera – sand skiing – grazie alla sabbia vulcanica.

Sul vulcano siciliano, inoltre, la varietà degli ambienti è unica al mondo quindi gli amanti del trekking potranno scegliere tra numerosi percorsi: salire dal Rifugio Sapienza o Piano Provenzana fino al cratere centrale, affacciarsi dalla Schiena dell’Asino sulla Valle del Bove, passeggiare nei boschi fra castagni, betulle, volpi, crateri spenti e ginestre, ammirando gli alberi ultrasecolari come lo Zappinazzu, l’Ilice di Carrinu e il Castagno dei cento cavalli.

Oltre al trekking c’è di più perché molte delle escursioni sull’Etna si possono fare a bordo di una jeep, di un quad oppure in mountain bike e perché no, anche a cavallo o sul dorso di un asinello!

Una fantastica opportunità di divertimento nei pressi dell’Etna è poi il Parco Avventura. Si trova nel comune di Milo e con i suoi 15 percorsi, 114 giochi sugli alberi e 2 pareti d’arrampicata è il parco più grande del sud Italia ideale per trascorrere una giornata in compagnia di amici o con la famiglia.

buon cibo e tradizione

La buona cucina e tutte le prelibatezze tipiche siciliane sono un altro motivo per lasciarsi conquistare dall’isola. Sempre sull’Etna si snoda, ad esempio, la strada del vino che tra terrazzamenti in pietra lavica, casali, palmenti e vitigni offre ai visitatori, magari al rientro da un’escursione, l’occasione di sorseggiare ottimi vini dell’Etna accompagnati da degustazioni di prodotti tipici del territorio.

Numerose sono poi nel periodo invernale le Sagre e le Feste che si svolgono nelle città e negli splendidi borghi siciliani, i quali, specialmente al tramonto, regalano scenari straordinari e la sensazione che il tempo in questi luoghi non sia mai passato. “Pani cunsatu”, arancini, pistacchio, funghi, castagne, miele, salumi, agrumi sono solo alcuni dei prodotti che di volta in volta sono i protagonisti delle varie manifestazioni.

I più golosi, infine, non possono farsi scappare l’occasione di fermarsi in una delle tante pasticcerie siciliane per assaggiare i dolci tipici della nostra regione. L’artigianalità, la tradizione ma soprattutto la bravura dei pasticceri siciliani conquisteranno coloro che, tra una passeggiata in centro storico o un’escursione immersi nella natura, vogliono concedersi una pausa per assaporare un cannolo alla ricotta, una pasta di mandorla o una fetta di cassata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *